Frazioni:

A far tempo dal 01 gennaio 2019, con la Legge Regionale n. 27 del 28/12/2018, è stato istituito il comune di Colli Verdi dalla fusione dei comuni di Ruino, Valverde e Canevino.

RUINO – Territorio

  • Spartiacque tra le Valli Ardivestra, Scuropasso, Versa, Tidone
  • Superficie 21.28 kmq
  • Altitudine: 526

Frazioni:

Pometo, Carmine, Torre degli Alberi, Canavera, Casa Vannone.

Storia:

Il territorio fece parte dei possedimenti del Monastero di San Colombano in età longobarda. La rocca di Ruino ed il Santuario di Montelungo sono citati in documenti ufficiali come proprietà del Monastero. Nel XI secolo Ruino diventa una corte di proprietà di Gerardo, diacono piacentino di origine longobarda. In epoca viscontea il feudo fu affidato alla casata dei Dal Verme, che ad eccezione di brevi cessioni e passaggi di prorpietà, ebbero il pieno controllo fino alla soppressione dei feudi.

Da vedere

La Chiesa Parrocchiale di Ruino dedicata a S.Pietro Apostolo che conserva al suo interno un’opera statuaria di legno del 1600. Nei dintorni di notevole interesse è il Castello di Torre degli Alberi, presso il suo ingresso si conserva una stele funeraria di epoca Giulio-Claudia, è dedicata a Ottone Macedone e Pollia. La torre del castello, in pietra e mattoni, è di notevole altezza ed è priva di merlatura, alla sommità presenta una cordonatura retta da mensolette. Sembra che nel 1452 il castello fosse uno dei luoghi destinati all’allevamento dei cavalli dei Conti Dal Verme di cui è tuttora la residenza. Nella frazione di Montelungo è di notevole interesse il recente Santuario la cui storia risale all’epoca di Carlo Magno.

Come arrivare

  • A 21 TO – PC uscita Stradella
  • A 7 MI -GE uscita Casei Gerola
  • Da Stradella proseguire in direzione S.Maria della Versa, Zavattarello

Il sito web del Comune: www.comune-ruino.it

 

 

VALVERDE – Territorio

  • Val Tidone
  • Superficie 14.83 kmq
  • Altitudine: 544

 

Frazioni:

Cà d’Agosto, Calghera, Casa Andrini, Casa Balestrà Zanellino, Mandasco, Mombelli, Monticelli, Casa Porri.

Storia:

Valverde, zona di ritrovamenti romani, risulta citata nel 862 come corte dipendente dal Monastero di S.Colombano di Bobbio, nel 1014 passò ai vescovi di Bobbio unitamente ai territori dipendenti dai castelli di Monfalcone e di Verde; la Diocesi diede quindi il feudo ai Malaspina di Oramala. I castelli di Monfalcone e Verde cambiarono negli anni i loro tenutari. Il castello di Verde, nella storia, fu spesso frequentato da membri della famiglia guelfa, per molto tempo divenne luogo di asilo e centro strategico direzionale. Il suo passato di sede dei guelfi è diventato patrimonio della cultura popolare.

Da vedere

I ruderi di Castello Verde da cui è possibile ammirare uno straordianrio panorama, propio a fianco dei resti della rocca si trova la Chiesa dedicata alla Madonna della Neve fatta erigere dai Malaspina nel ’600. Sulla strada che conduce al Castello, edicolette votive formano la Via Crucis. Degna è la Chiesa Parrocchiale di S. Stefano una costruzione di origine romanica.

Informazioni

Sede comunale: Casa Mobelli
tel. 0383 58 91 63
fax 0383 58 91 56

Sindaco: Giovanni Andrini

Come arrivare

  • A 21 TO – PC uscita Voghera
  • A 7 MI -GE uscita Casei Gerola
  • Da Voghera proseguire in direzione Varzi per 35 km

Il sito web del Comune:  www.comunevalverde.it

Informazioni 

  • Sede comunale: Ruino – Loc. Pometo
  • tel. 0385 – 95.58.98
  • Fax 0385 – 95.58.97

Sindaco: Lodigiani Sergio