Il Coro Comunità Montana Oltrepò Pavese – COMOLPA nasce alla fine del 1984. Al compimento del 25° anno, allo scopo di anticipare alcuni problemi connessi al reperimento di voci tenorili nonché al ricambio generazionale, il COMOLPA, da Coro a voci virili, si è trasformato in coro a voci miste. Il “filo conduttore” con il passato e con la tradizione del nostro territorio è concretamente rappresentato dal Gruppo “Comolpa in Osteria”, composto da alcuni coristi dello stesso Comolpa, che si esprime con accompagnamento di fisarmonica nei “canti d’osteria”, i quali, più di ogni altra rappresentazione canora, fanno parte della nostra storia corale. 

Nel 2011 il COMOLPA è stato riconosciuto dal Comune di Varzi quale “Gruppo di interesse comunale” ed ha ricevuto dalla Regione Lombardia il riconoscimento di “Gruppo di musica popolare e amatoriale di interesse nazionale” che gli è stato attribuito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. E’ diretto dall’origine dal M° Eraldo Pedemonte.

Il libro

COMOLPA. Coro Comunità Montana Oltrepò Pavese – 1984 – 2014

Trent’anni sul territorio. Dentro e fuori la tradizione. Guardamagna Editori in Varzi

Questo piccolo volume racconta tante cose relative alla storia trentennale del Comolpa ma, evidentemente, non tutto. Molte erano le circostanze che avrebbero meritato uno spazio e che rimangono custodite “gelosamente” in tutti coloro che le hanno vissute: i momenti più “intimi”, come le cene improvvisate presso la nostra sede, i moltissimi incontri con i sorrisi degli anziani incontrati presso le molteplici R. S. A. nelle quali il coro si è esibito o, ancora, indimenticabili viaggi in pullman nelle nostre trasferte, resi piacevoli da una capacità a socializzare che è venuta via via crescendo nel corso della nostra esperienza comune. Siamo comunque convinti che il contenuto del testo renda molto bene l’idea di quanto e come il Comolpa abbia vissuto per e con il nostro territorio.

Ma questi trent’anni sono solo i primi; l’auspicio di tutti noi è che la storia continui il suo corso. Le ultime due fotografie del testo rappresentano l’attuale formazione del coro e vogliono significare il futuro: un futuro che tutti coloro che ne fanno parte o che ne entreranno a far parte potranno scrivere, dando così continuità ad una storia che è iniziata da trent’anni, ma che continua…..

Menzionare tutti coloro che meriterebbero un ringraziamento richiederebbe uno spazio che non ci è consentito. Ricordiamo, tra le Istituzioni, la Comunità montana dell’oltrepò pavese, il Comune di Varzi, il comune di Bagnaria e il Comune di Ponte Nizza.

E ricordiamo ancora una volta tutte le coriste ed i coristi che si sono succeduti nel tempo: loro sono i veri artefici della nostra storia. Tra di essi, e tra i molti di loro che meriterebbero una menzione individuale, si evidenzia qui Massimo Pilastro, il “reporter ufficiale” del coro: grazie a lui abbiamo potuto formare un nutrito archivio di immagini e di suoni che attraversano tutte le nostre esperienze.

Un ultimo grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla stesura e alla verifica del contenuto del volume, in particolare a Lorenzo Tambornini.

Il contenuto del testo è stato necessariamente frutto di scelte che ho effettuato in prima persona e delle quali mi prendo ogni responsabilità.

Evviva il Comolpa!!!

Eraldo Pedemonte


Libro - Il Coro Comunità Montana Oltrepò Pavese

Libro – Il Coro Comunità Montana Oltrepò Pavese